DIRIGENTI

Si è svolto oggi al Miur il previsto incontro di informativa sul concorso per il reclutamento dei dirigenti scolastici. Per l’amministrazione era presente la dottoressa Sabrina Capasso e il dott Davide D’Amico.

La dottoressa Capasso ha illustrato brevemente le diverse fasi della procedura di reclutamento.

Alla priva scritta hanno partecipato complessivamente 9376 candidati .

L’Amministrazione non ha fornito dati sulle percentuali di ammissione alle prove orali dichiarando di non esserne in possesso, Le prove orali dovrebbero iniziare a partire da maggio e svolgersi a livello regionale con abbinamento dei candidati alle commissioni in 2 modalità random, indipendentemente dalla regione di provenienza, seguendo l’ordine alfabetico. Ovviamente i primi a sostenere la prova orale saranno i candidati il cui cognome inizia con la lettera “M”, già sorteggiata durante le prove precedenti.

Dopo lo scioglimento dell’ anonimato sarà pubblicato , entro fine mese, l’elenco degli ammessi e contestualmente sarà inviata ai candidati una mail con l’esito della prova scritta. I candidati potranno poi avere accesso on line su polis alla prova svolta e alla griglia individuale di valutazione.

Le prove orali dovrebbero concludersi entro la prima metà di giugno e le graduatorie di merito dovrebbero essere disponibili a partire da luglio per consentire l’immissione in ruolo dal 1° settembre.

Lo Snals Confsal ha espresso le proprie preoccupazioni e perplessità sugli aspetti funzionali ed organizzativi ritenendo che l’abbinamento anticipato alle commissioni non garantisca sufficientemente la trasparenza, l’integrità e l’equità della procedura. Abbiamo quindi proposto all’Amministrazione di organizzare lo svolgimento delle prove orali a Roma. Ci è stato risposto che vi sarebbero ostacoli funzionali alla nostra proposta che condizionerebbero i tempi della procedura.

A margine della riunione l’Amministrazione ci ha comunicato che i diversi giudizi di merito del Consiglio di Stato sui ricorsi proposti dai ricorrenti ammessi agli scritti avrebbero avuto esito favorevole per il Miur . Altre pronunce dovrebbero aversi nelle prossime settimane. Ovviamente il Miur utilizzerà i dispositivi delle pronunce giudiziarie per formulare gli elenchi degli ammessi.

Insieme alle altre organizzazioni sindacali abbiamo chiesto un ulteriore incontro per gli aggiornamenti sulle decisioni assunte e sulle dimensioni operative della procedura.